Attualità

Borrelli anticipa governo: “Resteremo a casa anche il 1° maggio”. Ipotesi per fase successiva

di  Redazione  -  3 Aprile 2020

 

 

Nazionale. Dopo Pasqua e Pasquetta, anche il 1 maggio lo passeremo chiusi in casa? “credo proprio di si’, non credo che passera’ questa situazione per quella data.

Dovremo stare in casa per molte settimane”.

 

Lo ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli a ‘Radio Anch’io’ su Rai Radio 1 ribadendo la necessita’ di avere “comportamenti rigorosissimi”.

 

Il coronavirus, ha aggiunto, “cambiera’ il nostro approccio ai contatti umani e interpersonali, dovremo mantenere le distanze” per diverso tempo.

 

La fase 2

 

La fase 2 potrebbe iniziare dal 16 maggio? “Se l’andamento non cambia, potrebbe essere come potrebbe essere prima o dopo. Dipende dai dati. La situazione ora e’ stazionaria, dobbiamo vedere quando questa situazione inizia a decrescere. Non vorrei dare delle date, pero’ da qui al 16 maggio potremo aver dati ulteriormente positivi che consigliano di riprendere le attivita’ e cominciare quindi la fase 2”. Lo ha detto Angelo Borrelli, intervistato a Circo Massimo su Radio Capital,rispondendo ad una domanda sui tempi della cosiddetta “fase 2”, modello basato sulla richiesta di tamponi a tappeto, indagini sierologiche e indagini demoscopiche sulla rete di contagi a cluster di popolazione.

 

Secondo Borrelli, quello citato “puo’ essere un modello, ma la decisione va presa dagli esperti che stanno coordinando dall’inizio dell’emergenza la parte tecnico-scientifica. Il comitato tecnico istituito a supporto del Ministero della salute sta lavorando proprio su questo. Ieri in conferenza stampa mi e’ stata posta questa domanda, ho risposto che era prematuro pronunciarmi, sono gli esperti a dettarci la linea”.

.