Caserta

Spaccio nel capoluogo, blitz a casa di un 23enne: trovati soldi e coca

di  Redazione  -  21 Febbraio 2020

 

 

Caserta. La Polizia di Stato di Caserta, nella mattinata odierna, ha tratto in arresto per spaccio di sostanza stupefacente, BERNARDINO Lorenzo Claudio, classe 97.

L’attività di polizia giudiziaria è maturata nell’ambito delle consuete operazioni volte alla prevenzione e al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti poste in essere dalla Squadra Mobile – Sez. Falchi.

 

 

L’attività di p.g., finalizzata alla prevenzione ed al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, ha visto la sua genesi nelle informazioni apprese sul territorio circa il fatto che l’arrestato, si dedicasse all’attività di spaccio, perpetrata in particolare sul territorio del Comune di Caserta e che lo stesso detenesse presso il proprio domicilio sostanza stupefacente.

Dopo un breve servizio di osservazione, i poliziotti riuscivano a rilevare l’attività di spaccio e ad intervenire riuscendo a bloccare due persone.

I fermati spontaneamente consegnavano una quantità di sostanza polverosa di colore bianco.

 

 

Considerati i fatti, i Poliziotti si portavano immediatamente presso l’Abitazione del BERNARDINO, al fine di effettuare una perquisizione che sortiva esito positivo in quanto venivano ritrovati, occultati in camera da letto, una bustina di sostanza polverosa di colore bianco, due bilancini di precisione, 740,00 euro in contanti suddivisi in banconote di vario taglio, nonché tutto il materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Attraverso le successive verifiche tecniche era possibile stabilire che si trattava di “Cocaina”, per un peso lordo complessivo di gr. 0,80,.

Per tali fatti, dopo gli accertamenti di rito, BERNARDINO è stato dichiarato in arresto e, come disposto dal P.M. di Turno competente, veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna.

 

.