Aversa

Detenuto nasconde cellulare nell’ano: così si collegava su Facebook

di  Redazione  -  11 Febbraio 2020

 

 

Aversa. Era disposto a tutto pur di restare connesso anche da recluso.

Nel corso di un controllo gli agenti della polizia penitenziaria hanno infatti trovato un microtelefonino in dotazione a un detenuto dell’ex Opg.

 

Il piccolo dispositivo era nascosto nell’ano ed è stato rinvenuto solo dopo un’accurata ispezione personale.

 

L’uomo proveniva dal carcere di Poggioreale e non è escluso che sia giunto ad Aversa col nuovo gioiello tecnologico che gli consentiva, come ha poi ammesso agli agenti, di restare collegato a Facebook e Whatsapp.

.