Caserta

Doppia rapina, ricostruiti i due bottini: un raid è fallito grazie al direttore. LE ULTIME

Caserta. Colpo fallito all’ufficio postale della localita’ Staturano di Caserta. E’ il secondo raid questa mattina nel capoluogo, dopo la rapina consumata all’ufficio di corso Giannone, in pieno centro, dove i banditi hanno praticato un buco nel pavimento tramite le fogne portandosi via i soldi, appena arrivati, delle pensioni.

A Staturano, localita’ ubicata nella zona collinare di Caserta, i malviventi – probabilmente due – sono entrati invece in azione verso le 11.30, e hanno cercato di fare irruzione forzando la grata di una finestra, ma il colpo non e’ riuscito grazie alla prontezza del direttore. Anche per questo episodio indagano i carabinieri. Tra i due fatti non dovrebbero esservi collegamenti, essendo diverso il modus operandi, ma si indaga comunque per accertare un eventuale legame.

Il primo lancio

Caserta. Incredibile ma vero. Mentre tutta Caserta è impegnata nelle ricerche della banda che ha svaligiato le Poste di corso Giannone un altro raid è stato portato a termine all’interno di un altro ufficiale postale del capoluogo.

I malviventi hanno fatto irruzione infatti nella sede di Staturano verso le 11.30. Al momento non si conosce l’eventuale bottino: di certo non si tratta della stessa gang alla quale le forze dell’ordine stanno dando la caccia perfino nelle fogne, ma non si può escludere un collegamento.

Per entrare nell’ufficio postale che serve anche Casolla i malviventi hanno utilizzato un gancio con il quale hanno sventrato una finestra utilizzata per accedere all’interno. Il tutto sotto gli occhi atterriti degli utenti che era in coda, tra i quali molti anziani che dovevano ritirare le pensioni o pagare i bollettini.

Ovviamente la loro fuga è stata facilitata anche dalla massiccia di presenza di agenti e militari in un’altra zona della città. Sul fronte del raid di corso Giannone la caccia alla gang è ancora in atto. I banditi – stando a quanto emerso – si sono introdotti nell’ufficio attraverso un buco, hanno atteso che arrivasse il direttore e le guardie giurate di un furgone portavalori che avevano con sè una valigetta contenente probabilmente soldi, destinati forse al pagamento delle pensione.

Armati di pistola e con il volto coperto, i banditi sono così riusciti ad impossessarsi della valigetta fuggendo tramite il buco scavato in precedenza. I clienti, soprattutto anziani pensionati, sono fuggiti impauriti. Sul posto i carabinieri che stanno indagando. E’ in atto una caccia all’uomo a Caserta e nell’hinterland, con la partecipazione di un elicottero. Il bottino e’ ancora da quantificare.

LE FOTO

 

 resta aggiornato sulla tua citta’

Se vuoi ricevere le nostre news via whatsapp basta cliccare sul pulsante sotto salvare il numero ed indicare la città  REGISTRATI