Cronaca

Brutale omicidio nella Valle, annullata ordinanza per indagato: era accusato di favoreggiamento

di  Redazione  -  22 Novembre 2019

Montesarchio. La XII Sezione del Tribunale del Riesame di Napoli, accogliendo il ricorso proposto dall’Avvocato Vittorio Fucci jr, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare, per insussistenza dei gravi indizi, nei confronti di Eugenio Perone, di 48 anni, di Montesarchio, per il quale il GIP  del Tribunale di Benevento aveva emessa l’ordinanza di custodia cautelare dell’obbligo di dimora, ritenendo il Perone gravemente indiziato del  reato di favoreggiamento aggravato al fine di eludere le investigazioni in relazione all’omicidio Improta avvenuto nel maggio 2018.

L’ordinanza era fondata su intercettazioni telefoniche ed ambientali, oltre che su dichiarazioni di diversi testimoni. Il Tribunale del Riesame di Napoli ha proceduto a nuovo giudizio cautelare, a seguito dell’accoglimento  del ricorso dell’Avvocato Vittorio Fucci jr, da parte della I Sezione della Suprema Corte di Cassazione, che annullava l’ordinanza del Tribunale del Riesame di Napoli che aveva confermato l’ordinanza di Custodia Cautelare del GIP di Benevento.

Come si ricorderà, già prima dell’annullamento dell’ordinanza del Tribunale del Riesame di Napoli, disposto dalla I Sezione della Suprema Corte di Cassazione, al Perone era stata sostituita la misura dell’obbligo di dimora con quella dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, oggi decaduta a seguito dell’annullamento, per insussistenza dei gravi indizi, disposto dal Tribunale del Riesame di Napoli.

 

(Nella foto la vittima)

.