Attualità

Gambero Rosso 2020, premiate 19 pizzerie campane. Tre spicchi a new entry aversana, in vetta c’è sempre Caserta

Caserta. E’ la Campania la regione leader della Guida ‘Pizzerie d’Italia 2020′ del Gambero Rosso con 19 locali premiati. La regione mette in fila Toscana (16 locali) e Lazio (13). Il risultato e’ stato reso noto al Circolo dei Canottieri di Napoli con la presentazione della pubblicazione gourmet della Citta’ del Gusto, che raccoglie oltre 650 esercizi, piu’ di 50 indirizzi delle migliori pizzerie italiane nel mondo, 120 novita’.

 

Dieci i nuovi ingressi in vetta alla classifica e attribuiti con il riconoscimento dei ‘Tre Spicchi’: I Salvo (Napoli), Guglielmo Vuolo (Napoli), Ammaccamm (Pozzuoli), La Contrada (Aversa), Duje (Firenze), Sud (Firenze), per la categoria pizza napoletana. Sbanco (Roma), Vola Bonta’ Per Tutti (Castino – Cuneo), per la pizza all’italiana. Crosta (Milano), Zenzero. Osteria della Pizza (Pisa) per quella a degustazione.

 

Pizzaiolo Emergente per la categoria pizza a taglio e’ Francesco Arnesano di Lievito, Pizza, Pane (Roma). Tre i Pizzaioli Emergenti per la categoria pizza al piatto, Ian Spampatti de La Lanterna (Castione della Presolana -Bergamo), Francesco Pompetti, di Pompetti Tropical Due (Roseto degli Abruzzi – Teramo) e Giuseppe Riontino del Canneto Beach 2 di Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani). “Con questa nuova edizione della guida Pizzerie Gambero Rosso – afferma il presidente di Gambero Rosso Paolo Cuccia – premia ancora una volta i maestri di questo settore che, con il loro impegno, riescono a valorizzare i prodotti e le eccellenze made in Italy”.

Franco Pepe in vetta, bene Martucci

In vetta c’è sempre la provincia di Caserta con Caiazzo che si conferma capitale italiana della piazza grazie al maestro Franco Pepe che con Pepe in Grani ha toccato 96/100 a pari merito con Simone Padoan de “I tigli” di San Bonifacio. Segue a 95/100 Gabriele Bonci (Pizzarium, Roma), che ha rivoluzionato il concetto di pizza a taglio. Poi 94/100 per Renato Bosco (Renato Bosco Pizzeria, San Martino Buon Albergo), Massimiliano Prete (GustoDivino, Saluzzo), Enzo Coccia (LaNotizia, Napoli), Massimo Giovannini (ApogeoGiovannini, Pietrasanta). Standard elevatissimi anche per l’altra star casertana della pizza, Francesco Martucci de “I Masanielli” che tocca quota 92/100.

In Campania anche il titolo di pizza dell’anno: se la aggiudica l’Oceano de “I Salvo” di Napoli, la grande novità a spicchi del 2019.

Il commento del re casertano

“La guida ‘Pizzerie d’Italia 2020’ ci ha appena premiato, riconfermando i tre spicchi per Pepe in Grani e La Filiale – L’Evoluzione della Pizza. È il sesto anno per la pizzeria di Caiazzo e il terzo per la struttura in Franciacorta”. Così Franco Pepe ha commentato il riconoscimento della guida 2020 di Gambero Rosso.

“Sento di dover ringraziare, innanzitutto, i miei ragazzi. Credo molto nella formazione, nel tempo investito nella convinzione che l’identità non sia nel pizzaiolo, quindi in me, ma nel mio prodotto. Sono felice di condividere questo riconoscimento con tutti loro. Grazie a Gambero Rosso, che ci segue con serietà e professionalità dal 2012, per averci fatto respirare un’aria serena. Oggi mi sono sentito tra amici.”

Nella foto in copertina da sinistra Roberta Esposito (Contrada), Guglielmo Vuolo e Franco Pepe

GUARDA LE FOTO DELLA PREMIAZIONE DI FRANCO PEPE

 resta aggiornato sulla tua citta’

Se vuoi ricevere le nostre news via whatsapp basta cliccare sul pulsante sotto salvare il numero ed indicare la città  REGISTRATI