Cronaca

La piccola Diana non ce l’ha fatta, per lei si erano mobilitati in tantissimi

Regionale. La grande catena di solidarietà attivata per rintracciare un donatore che fosse compatibile, non si è rivelata sufficiente per salvare la vita della piccola Diana.

 

Figlia dell’avvocato napoletano Michele Bisceglia, la piccola di appena sei anni era affetta a un’aplasia midollare, una grave malattia ematologica che ha riportato alla mente la storia del piccolo Alex. Purtroppo, però, in questo caso non è stato possibile scrivere il lieto fine.

 

Ricoverata presso l’ospedale da Bambin Gesù di Roma, Diana è morta domenica: la piccola guerriera era in attesa di un donatore compatibile che purtroppo non è mai arrivato nonostante i numerosi appelli divulgati dai genitori della piccola sui social network.

 

In questo modo erano riusciti a mobilitare diverse persone e a fare  si che tanti giovani si sottoponessero allo screening del 6 luglio scorso in Piazzale Tecchio, purtroppo però non è bastato.

 resta aggiornato sulla tua citta’

Se vuoi ricevere le nostre news via whatsapp basta cliccare sul pulsante sotto salvare il numero ed indicare la città  REGISTRATI