Cronaca

Banditi svaligiano associazione: spariscono soldi, tv e play station. Indaga l’Arma: secondo raid in un mese

di  Redazione  -  29 Agosto 2019

Marcianise. Due raid in appena 22 giorni.

E’ questo il tributo pagato dall’associazione Eclettica ai malviventi che nel corso delle ultime settimane hanno ripulito diversi appartamenti a Marcianise e dintorni. L’ultimo raid è avvenuto all’interno della sede di via Nicola Gaglione nella notte del 21 agosto e segue quello avvenuto il 29 luglio.

Un doppio colpo che ha messo in ginocchio il club, ormai spogliato di ciò che serviva per intrattenere ed aggregare. I ladri hanno trafugato infatti una tv di nuova generazione, una play station, parte della strumentazione musicale (compreso un mixer) ed altri oggetti. I malviventi, che hanno fatto irruzione nel club, dove aver forzato la porta di ingresso hanno portato via anche il denaro utilizzato per le spese correnti. Sul doppio raid indagano i carabinieri della Compagnia di Marcianise ai quali è stata presentata denuncia dopo entrambi gli episodi.

Grande amarezza è stata espressa dai responsabili dell’associazione: “Non sono stati i primi, speriamo almeno siano stati gli ultimi; non siamo stati purtroppo i primi a essere colpiti da furti, speriamo almeno di esserne stati le ultime vittime e che non vengano a ripetersi, né presso abitazioni, né presso aziende e attività commerciali, né presso le sedi di associazioni. E’ stato un periodo di vacanza abbastanza mesto il nostro, siamo arrabbiati e mortificati; poco abbiamo e stiamo in una modestissima sede che con difficoltà cerchiamo di portare avanti; non vogliamo far le vittime ma certamente entusiasti non lo siamo.”

“Non vogliamo far solo lamentele, siamo addirittura speranzosi che impiegare ogni volta del tempo presso le autorità di pubblica sicurezza a sporgere denuncia possa servire a evitare il ripetersi di episodi simili; non vogliamo essere noi a dire se la nostra città e quelle vicine siano o meno città sicure, saranno altri a dirlo, ma certamente veniamo nuovamente a essere colpiti nella nostra vitalità e nel nostro vivere quotidiano. Naturalmente ci privano di soldi e di cose materiali, ma sapete bene per un’associazione giovanile cosa può voler dire, cose materiali ma talvolta sostanziali, e in estate fa ancora più male. Non ci privano della voglia di fare e di continuare a fare, ma ogni cosa ci costa sempre di più.”

.