Cronaca

ULTIM’ORA. Si è ucciso il prof indagato per molestie sessuali sulle studentesse

di  Redazione  -  15 Giugno 2019

Regionale. Non ha retto alla vergogna.

Si è ucciso Vincenzo Aurizio, il docente del liceo Vico di Napoli accusato di moleste sessuali nei confronti di due studentesse.

Lo riferisce “Il Mattino”. Il 53enne si è tolto la vita nell’abitazione di Quarto dove era agli arresti domiciliari esplodendo un colpo di pistola alla tempia.

La vicenda

Il docente era stato arrestato dai carabinieri, con l’accusa di aver avuto rapporti sessuali con due studentesse minorenni.  Si era già difeso già con la preside quando è scoppiato  lo scandalo dicendo che i messaggi sono partiti dal tablet quando lui non c’era e il dispositivo era stato lasciato incustodito sulla cattedra.

Una delle sue due vittime minorenni lo aveva denunciato: le dichiarazioni della ragazza hanno trovato riscontro nelle mail e nelle chat che aveva scambiato con il suo insegnante. L’uomo, docente all’epoca dei fatti al liceo Vico di Napoli, è finito agli arresti domiciliari. L’accusa era quella di atti sessuali con minorenne, la fattispecie di reato che il codice penale riserva a quelle condotte in cui, pur non essendoci una costrizione materiale, si ritiene nullo – per via dell’età e del ruolo esercitato dal maggiorenne – l’eventuale consenso prestato dalla vittima.  L’uomo non insegnava più nel vecchio liceo, in seguito a un trasferimento forse chiesto proprio per evitare ulteriori contatti con le studentesse delle sue classi.

Secondo l’accusa le sue due vittime avevano, all’epoca dei fatti, meno di 16 anni. L’attività investigativa è partita subito dopo la denuncia presentata da una delle due minorenni: dichiarazioni che hanno trovato riscontro negli approfondimenti eseguiti dalla polizia giudiziaria, anche analizzando i dispositivi telefonici e informatici (posta elettronica e chat) della ragazza. Scambi di messaggi dal tenore inequivocabile, che per gli inquirenti confermerebbero gli atti sessuali avvenuti. La studentessa, forse in seguito a un ripensamento o a un litigio, avrebbe poi deciso di rivelare quanto era successo. Non immaginava che il finale della vicenda sarebbe stato così drammatico.

 

.